CAPPELLI.DIZIONARIO DI ABBREVIATURE PDF

Dulkis Scribal abbreviations were infrequent when writing materials were plentiful, but by the 3rd and 4th centuries AD, writing materials were scarce and costly. According to Trabe, these abbreviations are not really meant to lighten the burden of the scribe but rather to shroud in reverent obscurity the holiest words of the Christian religion. In addition to the signs used to signify abbreviations, medieval manuscripts feature some glyphs that are now uncommon but were not sigla. Unsourced material may be challenged and removed. Please help improve this article by adding citations to reliable sources.

Author:Bam Duzilkree
Country:Pakistan
Language:English (Spanish)
Genre:History
Published (Last):4 May 2013
Pages:384
PDF File Size:8.63 Mb
ePub File Size:11.60 Mb
ISBN:387-9-49612-116-1
Downloads:80255
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Mezitaur



More Dizionario di abbreviature latine ed italiane. For best viewing, download PDF. Ulmae, De Wai! Paris, , vol. Abbreviaturae vocabulorum, Hulakosky. Pragae, Paris, , pago e sego Per la parte teorica veggasi: Wattembach, Anleitung zur lateinischen paleographie.

Firenze, Milano, E qui sento il dovere di ringraziare pubblicamente il calligrafo signor Antonio Zennat o, Sotto-Assistente presso il R. Archivio di Stalo in Milano, il quale, solto la mia sorveglianza, si pl ese la briga di disegnare, con sCI upolosa cura, tutte le abbreviature, monogrammi ed alll i segni che compongono il presente dizionario, da me precedentemente ricalcati su documenti originali, su riproduzioni fologl ufiche o eliotipiche di antiche scrittUl c e sul Lexieon Diplomatieum del Walther 2.

Imo etiam vel in obviis abbreviationibus peritissimos interdum viros errasse comperimus ,. Firenze, , pag. Monaci, Roma. In tal caso esse sono ordinate a seconda degli esponenti stessi. I numeri romani, che seguono la spiegazione delle abbreviature, indicano la data per secoli del documento o codice dal quale fu presa. Fra parentesi quadre si troveranno iuvece le parole che servono a completare una data frase e che nell originale non sono rapprescntate da alcuna lettera o segno.

In lali casi, per ristrettezza di spazio, si dovette fur uso delle seguenti abbreviature: abbr. A queste seguono i principali nessi delle scrittlll c corsive in uso specialmcntc nei secoli VIII al X. Lipsiae, UrkundBnlehre der Karolinger, pago , ove parla della derivazione delle abbreviature medioevali dalle sigle e dalle note tironlane.

Bologna, , pagina lO sego l3 V. OOgle - XlII. Abbreviature per troncamento. Segni generali: Segni di troncamento: Tutti i segni generali ponevansi al disopra della parola, o isolati o intrecciati alle lettere di asta lunga. Gli ultimi tre segni fatti a nodo si usarono lungamente in ispecie nelle bolle pontifide e nei diplomi regi. Degli -altri segni i primi tre tagliavano obliquamente l ultima lettera della parola abbreviata e gli ultimi erano ad essa legati.

Valgano alcuni esempi;. Come: FF. Padova, Nicolai I. Coleti D. Mommsen T. Carini I. Roma, Paris, Milano, l! Tali sono ad esempio: AUG. Abbreviature per contrazione. Come ad esempio: 1 Le abbreviature, ecc. Lo contrazioni possono trovarsi tanto sulla parto indeclinabile della. I Si noti che iO. G lDlgitlzed by oog e - xxPr. Desinenze contratte o acefale. Specialmente con valore di m se ne fece sempre grande uso noI medio evo per le desinenze am, em, um. Nella scrittura visigotiea anteriore al secolo IX, trovasi, come osserva anche il Paoli, la lineetta con un punto sovrapposto - - quando sta per indicare m, per distinguere questo segno dalla semplice linea - che doveva indicare o una contrazione o la lettera n.

Society, tav. SO, Ber. Fu usato molte volte isolatamente e talora con segni abbreviativi o lettere esponenti. Nel sec. Trovasi quindi: congnatione, recongnUum. IX, conservato nell Ambrosiana di Milano 1,2, Sup. O;g;I;"d by Google - xxvuguale a quest ultimo fino alla fine del secolo XV.

Un saggio possiamo vederlo nella tavola IV, lin. Nei manoscritti, specialmente di scrittura gotica, dei secoli XIV e XV, lo stesso segno ondulato si cangia ancora in una linea spezzata o in due punti disposti orizzontalmente. Il settimo segno somigliante alla cifra arabica 7 e che vale et, e 1 , fu usato tanto isolatamente come congiunzione, quanto in composizione di parola. Oon una lineetta sovrapposta tali segni hanno valore di etiam, e, se posti in fine di parola, di ent.

Troviamo infatti la parola quibus abbreviata anche in questo modo: quib9Molti altri segni bizzarri furono usati nel medio-evo per la congiunzione et e possono vedersi raccolti in questo dizionario fra gli altri segni convenzionali. Segni abbreviativi con significato relativo. E sono: I. IIOll, lIun. Il punto, i due pUliti, il punto e virgola ed il segno siIllile alI 3 arabico. VIII lo stesso segno vale q. Sc trovansi dopo la lettera b b.

Il ; dopo la lettera s trovasi molte volte in carte lombarde del secolo XII per is, in fine di parola. Trovasi infatti: qj. VIII al X i segni q; o q: possono significare tanto que che qui. Come: antiq. I, tav. Lo stesso segno, quando segue alla vocale o. In una carta romana dell anno , che conservasi nell Archivio di Stato di Roma 4 trovasi il segno 3. Paleografla artistica di Montecassino. Ivi, , tav. Il l col significato di. G lDigitized by oog e - xxxvt ,5ti.

VIII qJl. XV e con una linea sovrapposta valeva etiam. Dopo le lettere U, a, in fine di parola ha valore di m. Dopo la lettera S ha valore di et o ed. Abbreviature per lettere sovrapposte. La lettera Osovrapponevasi alla m per indicare modo. La vocale u sovrapposta per indicare ur, trovasi rariss. La u sovrapposta indica dunque quasi sempre ru od u soltanto, o qualche altra sillaba con u. Trovansi spesso anche vocali sovrapposte ad a.

Dlgitlzed by L:. Oog e - XLsignificato costante. Vediamo intanto quelle che si sovrapponevano ad altre consonanti, sempre nel corpo delle parole. La lettera I tagliata da un segno abbreviativo, quando trovasi sulla n indica nihil. La n trovasi talora sulla q qn per indicare quando.

Quanto alle lettew poste a guisa di esponente in fine di parola o dopo una sigla, il loro ufficio principale. In quest ultimo caso la m posta come esponente indica il superhitivo.

O;g; ;"d by Google - XLllI. Segni convenzionali. AL fra. Eccetto quest ultimo, essi derivano dalle antiche Ilote tirolliane e se ne fece grande uso in quasi tutte le scritture del medio evo, non escluse le iscrizioni lapidarie.

Altre volte l indice d abbreviazione a cui detti segni sono legati per formare una parola cominciante per CIIIIl o per et, contribuisce a svisare la loro forma originaria, come possono vedersi a pago i segni di contra e di quondam e a pagina alcuni altri indicanti et caetera, aeterni, etiam.

Il segno della libbra peso che. II, n.

KRISHNA KARNAMRITA PDF

CAPPELLI DIZIONARIO ABBREVIAZIONI PDF

.

IRR LGC 1991 PDF

Abréviation médiévale

.

Related Articles